autodima-dimaprogetti.it

autodima

Consulenza per autocostruire la propria casa

L'autoproduzione di un manufatto edilizio consente all'utente di svolgere l'attività di committente e lavoratore per realizzare nel modo più  economico ma con qualità il proprio spazio abitativo.

Definizioni
  • Autogestione: gestione dell'aspetto economico-amministrativo senza l'impegno da parte dell'utente in lavori manuali;
  • Autorecupero: intervento sul patrimonio edilizio esistente che versa in condizioni di degrado i cui i futuri utenti sono interessati al risanamento e alla modifica della destinazione originaria in propria abitazione;
  • Automanutenzione: intervento sul patrimonio edilizio esistente attraverso la manutenzione ordinaria e straordinaria necessaria nel corso del tempo;
  • Autocostruzione: processo edilizio autogestito da parte di una utenza individuale o organizzata in forma associativa cooperativa con l'impegno di lavori manuali per realizzare in parte o totalmente interventi di piccola costruzione di case familiari, bifamiliari e a schiera.
Prestazioni principali
  • Assitenza procedurale: supporto organizzativo-burocratico per la formalizzazione del necessario patto associativo, degli atti progettuali e le relative approvazioni;
  • Assistenza progettuale: assetto spaziale e tecnologico, schemi di contratto e capitolati per l'acquisto materiali, assistenza all'eventuale appalto di opere edilizie ed impiantistiche;
  • Assitenza tecnico-operativa: formazione e informazione per la scelta delle tecnologie e i materiali più idonei alla concreta esecuzione delle opere da parte degli autocostruttori nell'osservanza delle normative tecniche e sulla sicurezza del lavoro;
  • Direzione dei lavori: controllo tecnico sulla rispondenza dell'eseguito al progettato e sull'osservanza delle regole dell'arte;
  • Direzione di cantiere: incarico che in genere rimane in capo all'autocostruttore e può essere delegato ad un terzo che compia attività tecnico-amministrative e gestionali per conto dell'utenza.


Dimaprogetti - innovazione, flessibilità, trasformabilità ed ergonomia in chiave di sostenibilità